La guida e la scelta ai climatizzatori

Il clima caldo è perfetto per fare una passeggiata, abbronzarsi, mangiare all’aperto e cogliere l’occasione per fare un tuffo in piscina o al mare. Tuttavia, non possiamo sempre far fronte al caldo e cercare riparo in una stanza o in una casa con l’aria condizionata. Alcuni hanno abitazioni in montagna o case per le vacanze di fronte al mare. Ma può anche accadere che vivano nelle regioni calde del paese e che stiano pensando di rimodernare la loro casa. In ogni caso, in questa piccola guida presentiamo gli elementi di base che dovrebbero essere presi in considerazione quando si acquista un climatizzatore d’aria e quando decidiamo di fare un’installazione di condizionatore come offerto da ricaricacondizionatori.eu.

La dimensione dello spazio

I condizionatori d’aria hanno varie capacità, da 7.000 a 12000 BTU (British Thermal Units) anche se ormai sul mercato si parte da 9000. Per non allungare la storia, un BTU è la quantità di calore che emette un elemento e, nei condizionatori, è la capacità di estrarre il calore o il freddo dall’aria in un’ora. Per il consumatore, i modelli in commercio hanno una capacità di 9.000, 12.000, 18.000 e 24.000 BTU,

In base all’area di spazio da raffreddare o scaldare, meno metri quadrati richiedono meno BTU rispetto alle aree più grandi della casa. Tuttavia, l’area dipende anche dalla temperatura esterna, da quella interna, dalla presenza di fonti di calore, dalla coibentazione dell’ appartamento.

Quindi partiamo dalla base: in Italia mediamente in estate si raggiungono i 30 gradi in casa. In base a questa temperatura, una stanza fino a 12 metri quadrati solo bisogno di 6.000 BTU fino a 16 metri quadrati un modello da 9.000 BTU, 20 metri quadrati uno da 12.000 BTU e oltre i 40 mq saranno necessari 24.000 BTU.

A seconda della temperatura media del luogo potresti trovare che per lo stesso spazio potresti aver bisogno di un modello piú o meno potente. Alcuni fornitori hanno tabelle per zone per determinare il rapporto tra temperatura, potenza e spazio. Un esempio è Samsung, che fornisce un servizio digitale che, in base alla sua regione e allo spazio da rinfrescare, consiglia l’attrezzatura indicata per il luogo.

Come scegliere un condizionatore d’aria

In questo ordine, 9000 Btu sarà perfetto per una piccola stanza, 12000 per una grande stanza, 18000 e 24000 per stanze molto grandi. Attenzione però ad un altro parametro da tenere d’occhio quando si compra un condizionatore. SEER e SCOP. Piu’ è alto questo indice e maggiori saranno le performance del modello a parità di consumi. Quindi teniamo a mente anche questa cosa. Se dobbiamo, facciamo un esempio, mettere al massimo di potenza un condizionatore da 9000 Btu per portare la temperatura a 25 gradi, con uno in classe A+++ e SEER di 9.1 abbiamo bisogno della metà di potenza.

Mono o multisplit

possiamo decidere di rinfrescare piú stanze utilizzando lo stesso motre, modelli multisplit oppure usare un singolo motore per ogni split. Dipende dallo spazio a disposizione per il montaggio dei motori esterni.

Lascia che tutto fluisca perfettamente

L’acquisto di un buon condizionatore è legato anche all’ assistenza che si riceve dopo. Molte volte, per risparmiare sulle spese, abbiamo scelto di far installare il condizionatore senza tener conto della professionalità. Tuttavia, notiamo che il compressore fa troppo rumore o che l’aria non raffreddi abbastanza. Ciò può essere dovuto al fatto che il modello acquistato è scarso oppure il montaggio non fatto a regola d’arte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *