Arredo rustico: cosa serve sapere?

Il legno ha un fascino senza tempo e da sempre è il materiale più utilizzato per il grande mobilio delle case, vale a dire per tavoli, armadi e pareti attrezzate, ma negli ultimi anni si sta tornando ad apprezzarlo e sceglierlo in toto. Ciò significa che sono molte le persone che scelgono di arredare i propri spazi interni esclusivamente con il legno, creando all’occorrenza anche accessori o complementi d’arredo autonomamente. Per il fai da te consigliamo di acquistare il legno su apropositodilegno.it in quanto ha un’offerta di legname ampia, variegata, di qualità e a buon prezzo. E quando si vuole acquistare qualcosa destinato a durare anni ed anni, si vogliono avere garanzie circa la qualità, giusto? Quindi fidatevi di noi ed andrete sul sicuro.

Ovviamente, come si può intuire, oltre alla qualità del legno da acquistare, e successivamente lavorare, per dei buoni risultati è opportuno chiedere consigli o informarsi circa il tipo di legno da impiegare per il progetto che si ha in mente. Parliamo di tipo di legno per intendere la varietà, cioè l’albero dal quale è ricavato, anche se per correttezza si dovrebbe dire essenza. Questo è infatti il termine adatto per riferirsi al pino, all’abete, al ciliegio e a tutti gli altri legnami. Non ha niente a che vedere con il profumo, anche se sappiamo che il legno emana un buon odore che contribuisce a rendere piacevolmente accoglienti gli ambienti arredati esclusivamente con questo materiale dall’origine organica.

Come anticipato, le grandi strutture come le cucine, gli armadi e i letti di solito si acquistano già pronti, anche realizzati appunto solo con il legno, ma per quanto riguarda le mensole, gli scaffali, le scrivanie, ed anche gli stessi tavoli da interni, si segnala che si possono fare per conto proprio. Quel che serve è avere un’idea, fare una bozza su un foglio di carta e personalizzarla poi sempre più con le misure e con le eventuali modifiche che documentandosi o confrontandosi con qualche esperto del settore si sono rese necessarie. Il passaggio successivo consiste nel reperire il materiale che, ripetiamo, sarà diverso in base all’oggetto da realizzare, ed infine si passa alla pratica.

Con la giusta forza di volontà si può fare tutto, anche quel che sembra impossibile. Ecco che anche chi non ha mai fatto una mensola può imparare a farla e godere del risultato finale. Lavorare un materiale, trasformarlo e renderlo poi qualcosa di concretamente utile, come un complemento d’arredo appunto, è un qualcosa che dona un’immensa soddisfazione. Soddisfazione che si rinnova ogni volta che si hanno ospiti che fanno complimenti. Non è da tutti occuparsi personalmente dell’arredamento in termini di realizzazione fisica, così come non è da tutti scegliere un arredamento composto solo da elementi in legno. Magari nell’immaginario collettivo si pensa che l’arredamento rustico si ritrovi solo nelle case in montagna, ma così non è perché, come abbiamo detto, vi è una tendenza in atto che vuole che anche nelle case in città o in campagna predomini l’arredamento in legno.

In ultimo apriamo una parentesi per specificare che parliamo di predominanza perché alcuni ambienti hanno delle caratteristiche tali che possono accogliere sì strutture in legno, ma devono necessariamente essere trattate con prodotti ad hoc. I vapori che si possono creare in bagno, così come l’esposizione alle intemperie ed al sole di scaffali o casette in legno da mettere nei balconi o nei giardini, richiedono degli accorgimenti particolari, specifici. Tra questi si annovera anche la mera scelta del tipo di materiale verso cui far propendere l’acquisto perché sì il legno è un materiale resistente, ma il grado di resistenza varia in base all’essenza. Per questo ci sono essenze che sono più indicate per gli arredi interni ed altre invece che sarebbero da preferire per il mobilio ed i complementi d’arredo da esterni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *